Germano Lanzoni - #posalosmartphone.

Guarda il video!

aiutaci a realizzare
progetti di sensibilizzazione!

Dona ora!

aiutaci a diventare
il riferimento contro il cyberbullismo!

Dona ora!

Educatore in Oratorio

Ci sono esperienze che durano una vita. Una vita come quella che Andrea Ballabio, in arte Ciccio Pasticcio, ha dedicato ai bambini e ai ragazzi in oratorio.

ANDREA BALLABIO INTERPRETA CICCIO PASTICCIO – Come co-fondatore di Pepita Onlus, Andrea è formatore da oltre dieci anni. Aiuta e sostiene educatori, animatori, catechisti e anche genitori nel loro percorso formativo in oratorio e in ogni ambito educativo.

andrea ballabio ciccio pasticcio

“Negli incontri”, spiega Andrea, “propongo attività ludiche e laboratoriali che permettono ai partecipanti di scoprire quali sono le proprie abilità e competenze. Questo è lo stile di Pepita: l’animazione. Che significa rendere protagoniste le persone che hai di fronte costruendo sulla loro stessa capacità di mettersi in gioco e di crescere in ciò che fanno. Questo per noi è il significato vero di e-ducare, tirare fuori quello che è già dentro ciascuno di noi”. Andrea porta questi valori, conosciuti in Oratorio, nelle piazze e nei teatri d’Italia attraverso i suoi bans. In piazza San Pietro Ciccio Pasticcio ha animato un pubblico straordinario davanti a Papa Francesco e proprio il prossimo 25 marzo sarà a San Siro a Milano, in occasione della visita del Santo Padre.

Guarda il video

I BANS – Sono canzoni animate, melodiche, ritmate e divertenti che riescono a coinvolgere tutti. Rompono il ghiaccio, creano gruppo e restituiscono messaggi educativi sempre in chiave positiva. Ciccio Pasticcio ha un canale youtube dedicato, dove si possono trovare tanti bans tutti da ballare.

ESSERE IN ORATORIO – L’oratorio rappresenta oggi una delle agenzie educative più efficaci e capillari sul territorio per la sua capacità di accogliere offrendo un servizio alle famiglie, anche extracomunitarie, ma soprattutto ai giovani. Là dove si crea aggregazione e inclusione attraverso attività pomeridiane, pastorali, ma anche ludiche o didattiche aperte ad altre confessioni, l’oratorio diviene risposta concreta al bisogno di tutti coloro che vedono in esso un ambiente sano e protetto in cui trascorrere un tempo insieme.

UN RUOLO SOCIALE – In questo ruolo si inserisce l’opportunità di fornire un valido aiuto per sostenere giovani e famiglie nell’affrontare le emergenze educative, sempre più legate a fenomeni come il cyberbullismo, il sexting e l’abuso o dipendenza dai social media. Ed è proprio mentre si fanno strada nuovi bisogni da parte di genitori allarmati e ragazzi più fragili che l’oratorio può, attraverso gli educatori professionali, attivare sinergie alternative per creare con la scuola e le associazioni sportive un sistema educativo allargato.

UNA FIGURA DA RIVALUTARE – Diventa fondamentale interrogarsi su questa figura per delineare e definire un profilo professionale nuovo, per comprendere quali strumenti e competenze l’educatore debba maturare per affrontare le sfide educative che le nuove generazioni e la storia ci presentano. Cresciuto in oratorio è un’opportunità per far conoscere il percorso formativo e professionale di tanti giovani che da sempre aggiungono valore ai valori e anche Andrea Ballabio è stato chiamato a dare la sua testimonianza.