Bullismo e Cyberbullismo:
prevenirlo e gestirlo.

Leggi tutto!

Germano Lanzoni - #posalosmartphone.

Guarda il video!

aiutaci a realizzare
progetti di sensibilizzazione!

Dona ora!

aiutaci a diventare
il riferimento contro il cyberbullismo!

Dona ora!

Prevenzione del cyberbullismo
a scuola con Pepita!

Scopri la proposta!

Educatore professionale in oratorio

Sempre più oratori in tutta Italia scelgono di avvalersi di un educatore professionale per qualificare la proposta educativa per ragazzi, giovani e famiglie.

In 10 anni di esperienza sul campo ci sono state rivolte molte domande a riguardo e qui abbiamo cercato di sintetizzare alcune risposte.

Perché un’educatore professionale in oratorio?

Per educare oggi, in una realtà sempre più complessa e variegata, serve una figura pre-parata, competente e che sia un punto di riferimento costante per i ragazzi, le famiglie e i gruppi che operano in oratorio. Questo non significa delegare la funzione educativa dell’oratorio a un educatore “superman” capace di risolvere tutti i problemi, ma piuttosto avviare una riflessione seria e approfondita su come valorizzare l’oratorio in quanto luogo educativo e di crescita nella fede.

L’educatore affianca la comunità nella progettazione delle attività educative e pastorali, e ne segue lo svolgimento coordinando e formando i volontari.

È chiaro quindi che la direzione dell’oratorio rimane in capo alla comunità parrocchiale, che determina gli obiettivi educativi e identifica il mandato e gli ambiti di intervento dell’educatore professionale.

 

Perché scegliere la cooperativa?

La cooperativa Pepita onlus è composta da professionisti dell’educazione (educatori, pedagogisti, psicologi) e da persone che da anni si occupano di pastorale giovanile e di oratorio. Queste competenze assicurano un supporto progettuale e operativo.

 

La cooperativa offre i seguenti servizi:

  1. Affianca nella stesura del progetto educativo dell’oratorio. Ancora prima di individuare l’educatore la cooperativa, con i suoi professionisti, può aiutare a delineare i bisogni, gli obiettivi e le strategie educative da mettere in campo.
  2. Seleziona l’educatore. Una volta individuati i bisogni, la cooperativa ricerca la persona più adatta.
  3. Garantisce una supervisione periodica del lavoro dell’educatore.
  4. Garantisce una formazione costante dell’educatore.
  5. Garantisce la gestione amministrativa, burocratica e fiscale dell’assunzione del lavoratore.
  6. Stimola e propone iniziative extra in oratorio (giochi, spettacoli, corsi, laboratori…).
  7. Affianca l’oratorio nella partecipazione a bandi di finanziamento territoriali per il reperimento di risorse economiche a sostegno delle attività educative.

 

Nell’estate del 2016, l’attività di Pepita ha visto impegnati 83 educatori in 55 realtà e coinvolto in oratori e centri estivi 1.300 animatori e 13.700 ragazzi.

Per maggiori informazioni, non esitare a contattarci.