Seleziona una pagina

Pepita UNISCE
I Partner

 

Fondazione Carolina

La Fondazione raccoglie la sfida di Paolo Picchio, il papà di Carolina, prima vittima acclarata di cyberbullismo, che si è tolta la vita nel gennaio 2013. Un supporto alle famiglie e alla comunità, per garantire ai genitori, agli educatori e tutti i coloro che hanno responsabilità educative, il diritto alla cura, al recupero e all’armonia alle nuove generazioni.

Fondazione “Carolina” nasce con lo scopo di realizzare un futuro in cui il web sia un “luogo” sicuro per i bambini e gli adolescenti, coinvolgendo tutti gli attori corresponsabili della crescita dei minori e del loro sviluppo consapevole.

Dalla data di costituzione della Fondazione, si sono attivate sinergie e collaborazioni con istituzioni impegnate nella prevenzione del cyberbullismo e dei reati digitali, in supporto operativo alla Legge 71/2017 e alle relative azioni educative previste dai vari territori e rivolte a minori, studenti e comunità educante.

L’azione della Fondazione prevede diverse linee di intervento:

  • Ricerca
  • Formazione
  • prevenzione
  • Recupero

A partire dalla costituzione della Fondazione, sono stati realizzati 136 progetti specifici sui territori in ambito nazionale, che hanno coinvolto fino a 28.600 soggetti.

Cuore e Parole Onlus – Associazione di promozione sociale

L’associazione si occupa dal 2004 di prevenzione e contrasto del disagio giovanile realizzando progetti formativi, percorsi educativi, campagne di sensibilizzazione e programmi di volontariato e cittadinanza attiva, rivolti alle scuole di ogni ordine e grado del territorio nazionale, coinvolgendo studenti e agenzie educative (docenti, educatori, operatori sociali, familiari). Le aree di intervento riguardano le principali emergenze e fragilità dei minori: bullismo, cyberbullismo, disturbi alimentari, dipendenze, azzardo e dispersione scolastica.

La metodologia si fonda su una logica di comunicazione positiva e di apprendimento attivo, per favorire il protagonismo di ogni singolo partecipante e facilitare di conseguenza ogni singolo processo di consapevolezza. I progetti messi in campo da Cuore e Parole sono condivisi e promossi dalle istituzioni pubbliche che si occupano del benessere dei minori; a oggi hanno coinvolto oltre 150.000 studenti con i loro docenti e con le loro famiglie.

Nell’autunno 2019, l’Associazione ha restituito alla città di Milano un bene confiscato alle mafie e assegnato alla Onlus dal Comune di Milano, trasformato in uno spazio di ascolto per teenager in situazione di fragilità, punto di promozione della cittadinanza attiva e di orientamento e attivazione al volontariato under 18 e sede di diffusione della cultura della salute.

Pepita è da sempre un supporto concreto per i ragazzi, le famiglie e gli educatori. Progetta per formare e far crescere la comunità educante a casa, a scuola e in oratorio. Coinvolge per riattivare nei ragazzi rispetto, responsabilità ed empatia.

Pepita si fa antenna e ripetitore per trasmettere notizie, novità e tendenze dal quotidiano fatto di reale e digitale. Obiettivo è aumentare la consapevolezza per abitare un mondo in costante evoluzione, aiutando ragazzi, famiglie ed educatori a restare "connessi" tra loro.

Pepita diventa centro che raccoglie bisogni e propone risposte attraverso progetti educativi, materiali di riferimento, eventi tematici interattivi e animazione per i più piccoli con l'obiettivo di promuovere il cambiamento nelle nuove generazioni.