Seleziona una pagina

Pepita UNISCE
Progetti

 

Pepita opera in sinergia con numerosi Enti pubblici sia per committenza sia in adesione e risposta agli avvisi di bando sia nell’ambito di reti di ambito e di scopo. Tra le istituzioni con cui sono attivi rapporti di scambio e collaborazione, si citano Ministero dell’Istruzione, Uffici Scolastici Regionali e Territoriali, Università di Pavia (Dipartimento di Psicologia), Polizia di Stato, Polizia Postale e delle Comunicazioni, Dipartimenti delle Politiche Antidroga e delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, Regione Lombardia, Tribunale e Procura per i Minorenni di Milano, Città metropolitana di Milano (AFOL – Agenzia Formazione Orientamento e Lavoro, ATS – Agenzia per la Tutela della Salute), numerosi Comuni italiani e Municipi/Circoscrizioni territoriali. Sono attive anche le coprogettazioni con altri enti del terzo settore, tra cui Fondazione Carolina, Associazione Cuore e Parole, AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico, Associazione MediCinema, Associazione CIAK, FOM – Fondazione Oratori Milanesi, ANSPI – Associazione nazionale San Paolo Italia.

Pepita tra il 2018 e il 2020 ha incontrato circa 70.000 ragazzi dalla terza elementare (scuola primaria) alla quinta superiore (scuola secondaria di II grado); ha formato e sensibilizzato sulle tematiche di violenza di genere, bullismo, cyberbullismo, sexting e bullismo sessuale, oltre 12.000 adulti tra genitori, docenti, assistenti sociali, operatori dei centri di prima accoglienza, volontari, allenatori, educatori, giornalisti e agenti di polizia.
Dal 2019 Pepita è membro della Consulta di Regione Lombardia su bullismo e cyberbullismo, in forza dell’esperienza di formazione dei docenti referenti di ambito regionale e metropolitano (Milano), erogata nella primavera 2018 nell’ambito delle azioni del Tavolo Tecnico Interistituzionale coordinato dall’Ente regionale.

Pepita ha realizzato inoltre campagne di sensibilizzazione, tra cui il video “#posalosmartphone“, interpretato da Germano Lanzoni (volto de “Il Milanese Imbruttito”), con il quale ha raggiunto milioni di utenti nella lotta all’abuso delle tecnologie in ambito domestico.
Lo slogan “#postaconiguanti” ha coinvolto invece oltre 10.000 ragazzi di circa 500 contesti educativi italiani (scuole e oratori), ingaggiati nella promozione del rispetto in Rete in occasione della giornata internazionale della sicurezza informatica dei minori (Safer Internet Day, febbraio 2019).
Nella primavera del 2019, in collaborazione con il partner Fondazione Carolina, la casa editrice di Pepita ha pubblicato il libro “Solo per te“, manuale incentrato sull’emergenza del sexting e della sextortion.

#iocliccopositivoè la campagna di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento avviata nel 2018 per portare attenzione costante sul fenomeno del cyberbullismo e per sollecitare interventi concreti di prevenzione da realizzarsi nelle scuole, nelle società sportive, negli oratori…
Inoltre #iocliccopositivo si propone di realizzare e mettere a disposizione di insegnanti, genitori, educatori materiale utile alla sensibilizzazione e alla prevenzione del cyberbullismo.

Il progetto mira a:

  • Promuovere comportamenti responsabili nella gestione dei social network (Facebook, Twitter, …)
  • Promuovere una cultura di attenzione alla relazione con l’altro e alla prevenzione di fenomeni di bullismo (nelle diverse forme compreso il bullismo tecnologico ed il bullismo sessuale)

#iocliccopositivo ha attivato partnership con AC Milan, Fondazione ATM, UniCredit Foundation, Google Italia.

Nel periodo di pandemia da Covid-19 gli educatori di Pepita hanno supportato famiglie, ragazzi e docenti nella gestione della didattica a distanza e delle relazioni digitali; inoltre, hanno studiato uno schema operativo per la ripresa dei centri estivi nel rispetto delle norme del distanziamento e della sicurezza sanitaria (“Scacchiera Educ-Attiva”), adottato da giugno 2020 da 40 realtà parrocchiali delle province di Milano, Como, Sondrio, Monza-Brianza, Perugia.

Inoltre, Pepita gestisce progetti educativi per gli oratori invernali ed estivi (120 realtà territoriali), formando e coordinando le risorse umane impiegate negli spazi parrocchiali in orario/periodo extrascolastico in attività di supporto allo studio, di intrattenimento e animazione e di formazione specifica su temi sociali. Si citano alcuni dei progetti specifici condotti in alcune realtà parrocchiali: “Giovani & Cinema”, anno scolastico 2018/2019, volto ad avvicinare i teenager degli oratori, delle scuole e dei centri aggregativi dell’hinterland milanese alla sceneggiatura come canale di espressione artistica; “Il prossimo tuo”, ad oggi attivo negli oratori delle aree periferiche di Milano, con lo scopo di aggregare ed integrare giovani al di là della propria provenienza e confessionalità, contribuendo a mitigare il tasso di dispersione scolastica; “Non t’azzardare!”, iniziativa del 2019 volta a contrastare l’azzardo nelle zone lombarde più densamente popolate da ricevitorie e centri VLT. Molti di questi interventi sono condotti con il supporto del Fondo Beneficiario di Intesa Sanpaolo.

Infine, insieme a molti Comuni italiani, Pepita, con la Ciccio Pasticcio Band, organizza eventi e manifestazioni in piazza, iniziative di animazione di quartiere e di attivazione ludica, performance teatrali e pièce all’aperto, volte a valorizzare il patrimonio socio-culturale territoriale, a diffondere messaggi di prosocialità presso i minori, i nuclei familiari e la collettività. L’intrattenimento, il ricorso alla danza, al gioco, alla sceneggiatura, alla recitazione e alla favola si pongono come strumenti basilari di aggregazione e di stimolo all’empatia, alla vita comunitaria, consapevole, responsabile. Molti di questi eventi nell’area brianzola sono condotti con il supporto della Fondazione Comunitaria di Monza-Brianza.

Pepita è da sempre un supporto concreto per i ragazzi, le famiglie e gli educatori. Progetta per formare e far crescere la comunità educante a casa, a scuola e in oratorio. Coinvolge per riattivare nei ragazzi rispetto, responsabilità ed empatia.

Pepita si fa antenna e ripetitore per trasmettere notizie, novità e tendenze dal quotidiano fatto di reale e digitale. Obiettivo è aumentare la consapevolezza per abitare un mondo in costante evoluzione, aiutando ragazzi, famiglie ed educatori a restare "connessi" tra loro.

Pepita diventa centro che raccoglie bisogni e propone risposte attraverso progetti educativi, materiali di riferimento, eventi tematici interattivi e animazione per i più piccoli con l'obiettivo di promuovere il cambiamento nelle nuove generazioni.